APPLICAZIONE DEL SIGILLANTE PER PROTEGGERE IL MICROCEMENTO

Sigilliamo il microcemento per proteggerlo dall’abrasione, dandogli resistenza chimica e meccanica, con delle varianti estetiche: satinato, opaco o lucido

Il sigillante, oltre a favorire le operazioni di pulizia, conferisce al materiale impermeabilità.

Metodo di lavoro: tra le 24 e le 48 h dopo aver applicato l’ultima mano di microcemento, bisogna porcedere alla sigillatura. Per prevenire problemi di aderenza dello strato protettore e la comparsa di velature e bolle, il grado di umidità del rivestimento non dovrà superare il 5%.

Si applica in due mani con pistola a spruzzo o rullo in microfibra a pelo corto, levigando il primo strato. La seconda mano non va levigata, e deve asciugare almeno sette giorni prima che si possa utilizzare la superficie.

Consigliamo l’uso di Polisealer H2O (base acqua) a finitura satinata, opaca o lucida. 

Abbiamo anche Polisealer SLV.

L’applicazione dei sigillanti è un’operazione delicata che richiede che vengano seguite scrupolosamente le istruzioni d’uso.

La qualità del prodotto determina la resistenza, perciò la durata del microcemento, è per questo che noi di TopCreation abbiamo investito tempo e sforzi per sviluppare il miglior prodotto ad alte prestazioni.