SCIVOLOSITÀ DEI PAVIMENTI IN MICROCEMENTO – FINITURE ANTISCIVOLO

Con il microcemento possiamo ottenere qualsiasi superficie antiscivolo. A seconda del tipo di microcemetno e di testurizzazione, si ottiene maggiore o minore resistenza al scivolamento (grado di scivolosità). Un elenco dei microcementi, da quello con minore scivolosità a quello con maggiore scivolosità: Microstone, altamente testurizzato; Microdeck, con testurizzazione più morbida, e infine Microfino, che non è adatto ai pavimenti.

LE DIVERSE FINITURE PER PAVIMENTI E LE LORO TESTURIZZAZIONI

I pavimenti si classificano a seconda del loro grado di resistenza al scivolamento, dalla minore alla maggiore resistenza esistono 3 classi: classe 1, 2 e 3.Con i microcementi TopCreation possiamo ottenere qualsiasi classe vogliamo. Ecodeck sigillato con poliuretano corrisponde alla classe 1, ma se si incorporano alla prima mano di poliuretano delle microsfere di vetro, si può ottenere una classe 2. Se si utilizza Microstone, che contiene particelle più grosse del microcemento tradizionale, si raggiunge la classe 3. La differenza di testurizzazione si può apprezzare a occhio nudo.

Bisogna considerare le caratteristiche antiscivolamento della superficie e la difficoltà di pulizia. Maggiore sarà la resistenza al scivolamento, più difficile risulterà la pulizia della superficie, ciò è dovuto dalla testurizzazione

Testurizzazione morbida del microcemento Microdeck per interni

Testurizzazione del microcemento Microstone antiscivolo

FINITURE ANTISCIVOLO E CLASSIFICAZIONE SECONDO LA SCIVOLOSITA

I pavimenti si classificano in funzione del loro grado di resistenza alla scivolosità Rd. Questo valore viene stabilito grazie alla prova del pendolo descritta nell’allegato A della norma UNE-ENV 12633:2003. Il Codice Tecnico di Edificazione (CTE)  nel documento DB SUA-1 (Documenti Essenziali per la Sicurezza di Utilizzo e Accessibilità) regola gli indici di scivolosità e determina la classe che dovrà avere un pavimento, in funzione del suo utilizzo. Il pavimento è più antiscivoloso nella misura in cui aumenta il valore Rd.

Tabella di classificazione dei pavimenti secondo la loro scivolosità

RESISTENZA AL SCIVOLAMENTO  (Rd)

CLASSE

Rd ≤ 15

0

15 < Rd ≤35

1

35< Rd ≤45

2

35< Rd > 45

3

CLASSE RICHIESTA AI PAVIMENTI IN FUNZIONE DELLA LORO LOCALIZZAZIONE E DELLE LORO CARATTERISTICHE

Zone interne secche:

  • superfici con pendenza inferiore al 6% -> Classe 1
  • superfici con pendenza uguale o superiore al 6% -> Classe 2

Zone interne umide, come entrate di edifici, terrazze coperte, spogliatoi, bagni, servizi, cucine, etc.

  • superfici con pendenza inferiore al 6% -> Classe 2
  • superfici con pendenza uguale o superiore al 6% -> Classe 3
  • zone esterne, piscine (2), docce -> Classe 3